mobirise.com

Utilizzo minimo di anidride solforosa

L’anidride solforosa viene utilizzata come antisettico ed antiossidante solo nei casi in cui è fortemente necessaria al mantenimento degli standard di qualità. Questo permette di arrivare in bottiglia con concentrazioni di anidride solforosa molto contenuti rispetto alla norma. La bassa presenza di questo prodotto rende il vino più salubre e genuino prevenendo eventuali intolleranze.

Utilizzo minimo di chiarificanti

Le chiarifiche effettuate per il raggiungimento della necessaria stabilità del vino, vengono fatte con prodotti naturali no di sintesi e, tra questi, vengono preferiti prodotti di origine vegetale a discapito di quelli di origine animale che possono portare ad intolleranze e allergie.

Utilizzo minimo di filtrazioni

Le filtrazioni con setti filtranti, capaci di conferire al vino una immediata pulizia, sono ridotte al minimo e vengono effettuate solo se fortemente necessarie. Le filtrazioni infatti impoveriscono in maniera più o meno accentuata il vino per cui viene privilegiata la sedimentazione naturale che avviene in un periodo di tempo molto più lungo ma è rispettosa delle caratteristiche organolettiche del vino.

Utilizzo di vetri leggeri ecosostenibili

Per la produzione del vetro si utilizzano combustibili fossili che immettono nell’atmosfera una grande quantità di anidride carbonica; non solo, anche il trasporto di bottiglie di vetro spesse e pesanti aumenta la produzione di CO2 a parità di bottiglie trasportate. L’utilizzo di vetri leggeri ottenuti utilizzando una minore quantità di combustibili fossili, riduce sensibilmente la produzione di CO2 in atmosfera.

FOLLOW US